sabato 10 luglio 2010

Allevare galline ovaiole

Pollaio
La riuscita di un buon allevamento dipende in gran parte dalla salubrità e dalla buona disposizione di tali fabbricati. Se un pollaio è troppo freddo , le galline non vi fanno le loro deposizioni; se un pollaio è troppo caldo o troppo umido, le galline si troveranno maggiormente esposte a malattie.L’esposizione d'un pollaio dev' essere a levante, con una finestra a tramontana tenuta aperta in estate per rinfrescarne la temperatura interna e chiusa nelle altre stagioni. Questa finestra dev’essere coperta da una grata a maglie piuttosto fitte, così da impedire ai nemici delle galline d’introdursi all’interno del ricovero.

Per quanto è mai possibile, collocare l'ingresso delle galline a circa ( quattro o cinque piedi ) di altezza al di sopra del livello del pavimento, in maniera che la soglia di questo ingresso si trovi al livello dei posatoi. Le galline vi ascenderanno facilmente con l’ aiuto d' una scala.
L'interno dei pollai è fornito di posatoi e di nidi.

I Posatoi
Sono sbarre o travette in legno trasversali da posizionare nei pollai ad una certa altezza dal pavimento affinché il pollame vi possa riposare.

La gallina dorme equilibrata sopra una zampa , tenendo l'altra ripiegata sotto il corpo. In questa posizione si conserva dritta, non così se la traversa è rotonda e liscia, perchè questo uccello domestico non piega le unghie, e non può abbracciare le traverse rotonde.Le pertiche dei posatoi vengono collocate nel verso della larghezza del pollaio, assicurandone le estremità nei muri.

I Nidi
Non è necessario, che i nidi d'un pollaio siano in numero pari a quello delle galline, perchè non depongono tutte nello stesso tempo e perchè è necessaria quasi sempre la vista d'un uovo, per eccitarle alla deposizione.
Nei pollai che sono a pian terreno, questi nidi si collocano ad un metro ed un terzo circa d' altezza al di sopra del pavimento.

Per costruire i nidi delle galline, non bisogna ricorrere a spese particolari, i migliori sono costituiti da semplici cassette usate solitamente per raccogliere la frutta riempite di paglia.


Accessori
Un pollaio ha per accessori: una piccola fossa ripiena di sabbia e di cenere, ove si ravvolgono le galline per liberarsi dagli insetti che le tormentano.Un' altra piccola fossa ripiena di sabbia, perchè le galline possano divertirsi a grattare, a rotolarvisi, e ad esercitarsi sul terreno mobile.
Uno spazio di terra coperto d’erbetta, perchè vi possano pascere e sollazzarsi.
Delle siepi ben folte, o meglio ancora alberi a foglie larghe, che possano dar loro dell' ombra, toglierle alla vista degli uccelli di rapina, meglio se alberi da frutta, gelsi, o sambuchi, le galline ne amano il frutto così da rispettare uno dei principi della permacultura (alimentazione naturale senza intervento umano).
Una mangiatoia dove servire loro mangime naturale, un abbeveratoio per dissetarle ed una bacinella con dell’acqua che le galline possono
utilizzare per rinfrescarsi.

L’alimentazione
La base dell’alimentazione delle galline è costituita da mais e suoi derivati, da farina di soia, da farinaccio di grano duro, cereali, frumento, mais, orzo, avena, segale semi di leguminose, fagioli, lupini, veccia, piselli, semi di soia semi oleosi, semi di girasole.

Possiamo fornire loro anche frutta, pane essiccato ed erba fresca.


Utilità
L’utilità della presenza di galline in permacultura permette, oltre alla produzione di uova, carne, piume e pollina (utilissima come concime), la distruzione di animali nocivi per le piante, scarti e frutta caduta. Se recintate permettono la pulizia da piante infestanti. La stessa pollina può essere utilizzata per alimentare pesci presenti in stagni o acquitrini.

Le immagini si riferiscono al nostro pollaio.


Se invece avete bisogno di un piccolo Pollaio che puo' essere spostato facilmente con poche galline all'interno, o non avete il tempo per realizzarlo... ci sono molti siti che ne vendono alcuni molto carini ed economici. Ad esempio basta cliccare sui banner pubblicitari che trovate all'inizio del blog o su quello laterale, lì trovate alcuni esempi.